Saggi - I temi delle mostre


 

"è arrivato Gesù Bambino" 
100 presepi 100 letterine di Natale

 

Dai giornalini di classe

 

Testi raccolti da Luisa Tosi

     
 
 
     
 

Il giorno di Natale io e mia sorella abbiamo messo la letterina sotto il piatto dei genitori. Aveva un angolino che usciva fuori. La mamma si è accorta subito ma è stata zitta. Il papà invece ha detto: "Ma chi è che mi mette i pezzi di carta sotto il piatto!?".  Pareva arrabbiato, ma era tutta una finta.
Serena, classe IV

A casa ho fatto il presepio con il muschio, le statuine, il lago, le montagne e tutto il resto. Però San Giuseppe era senza testa, allora gli ho messo una pallina di "ciunga" masticata sopra. 
Alberto, classe III

La maestra ci ha fatto scrivere la solita letterina di Natale per il papà. Io non sapevo cosa scrivere; allora mi sono detto: "Scrivo solo "tanti auguri" così la facciamo finita".
Giancarlo, classe III

Ho detto al papà: "Tra poco è Natale". E lui: "Che rottura de bale".
Giuliano, classe III

In classe abbiamo l'albero di Natale e anche il presepio. L'albero è più bello perché ci abbiamo attaccato le palle d'oro.
Claudia, classe II

Io non faccio il presepio. Mio papà è all'ospedale e la mamma non ha voglia di festeggiare. Ha detto: "Ma cosa vuoi fare il presepio ho altro da pensare".
Laura, classe IV

Io il presepio lo faccio dai nonni. Mi diverto a costruire la capanna e la stalla per le pecore. Il nonno è bravo a lavorare col legno e mi insegna come fare ad incollare i pezzi. Il nonno è proprio forte ed anche "figo". Anche la nonna però, perché mi prepara la pinza e il panettone con dentro la cioccolata.
Andrea, classe V

Da me non si fa il presepio. Papà dice che sono tutte storie, ma a me piacerebbe.
Paolo, classe III

Mio papà fa il presepio tutti gli anni, ma guai a chi ci mette le mani. è bravo. fa le luci, le montagne, la ruota che gira, l'acqua vera. E' proprio bello quando è finito. Mi piacerebbe aiutarlo; ma non vuole nessuno intorno anzi si chiude dentro a chiave.
Luca, classe V

Ieri a scuola abbiamo preparato il bigliettino di Natale da dare ai genitori. lo ho disegnato un albero e una capanna e poi l'ho tutto colorato d'oro e d'argento. 
Stefania, classe II

Io non vorrei mai che arrivasse Natale perché papà ha i nervi perché non può andare in montagna con gli amici e gli tocca star lì a sentire le chiacchiere dei parenti; la mamma è agitata come una "boréttola" perché deve preparare il pranzo per tutti; mia sorella ha un diavolo per capello perché non può andare via col moroso e io non so cosa fare e mi rompo le scatole.
Leonardo, classe V

Abbiamo fatto il presepio in classe. Proprio bello.
Marcella, classe I

Ieri abbiamo tirato fuori dall'armadio tutte le robe per preparare il presepio. E cosa ti salta fuori? ... un topolino che aveva fatto il nido dentro la capanna.
Angela, classe III

Abbiamo fatto la festa per le mamme. Abbiamo cantato e recitato le poesie, e dopo ci sono le vacanze di Natale.
Giuseppe, classe I

Gesù è nato in una stalla al freddo. Poteva abitare in un castello, se voleva, perché lui era il re di tutto il mondo, ma non gliene fregava niente.
Manuela, classe II

Ho scritto una lettera a Gesù Bambino e gli ho detto: "Tu sei nato povero ed anch'io sono povero. Figurati che certe domeniche non ho neanche un soldo. Vorrei domandarti una cosa. Perché non vieni a trovarmi? Per stare più presto vieni giù per la riva del Sile e troverai la mia casa; è grande, vecchia e fredda. Ciao"
Giovanni, classe IV

 
     
 
Gesù Bambino

Così piccino
Abiti in una capanna
Con la tua mamma.
Ciao Gesù
Vieni a scuola anche tu. 

Stella, classe II
è Natale 

La neve cade soffice 
sulle case, sui tetti, sui prati.
Cade pian piano.
E scende a farfalline
che volano sui rami stecchiti
come braccia aperte 
piene di neve.
I fiocchi danzano
davanti ai miei occhi
e fanno come un velo. 
Io chiudo gli occhi 
ma continuo a veder la neve.
è Natale.

Chiara, classe V
 
     
 

 
 

Chiudi


Via Tasso-Piazza Garibaldi Treviso - Tel. 0422 546161- Fax 0422 571837

Per informazioni: portellosile@libero.it