Saggi - La città di Treviso e provincia


 

Il ponte dell'Università

 

di Francesco Zanardo

 
 

 
     
 

Il ponte ad arco leggero, quasi a toccare l'acqua, è in legno lamellare di larice. Lungo 21 metri alla base delle campate, un piano di calpestio di 24 metri, di oltre 30 tonnellate di peso ed il costo, allora in lire, di circa 3 miliardi, è stato posizionato tra la fine di agosto ed i primi giorni di settembre del 2001, ed inaugurato il 13 settembre.
Come sostenuto dal professor Portoghesi, architetto progettista del manufatto, abituato l'occhio, l'impatto ambientale non è stato per nulla intaccato; il timore che venisse deturpata la splendida vista della discesa del Sile da ponte Santa Margherita, fino al castello ed al ponte Garibaldi, col susseguirsi di casa Bortolan, della piazza e del palazzo dell'Università, di palazzo Giacomelli, de' "Al Portello Sile" a sinistra e dell'ex convento di San Paolo a destra, non si è verificata.
Il ponte viene percorso dagli studenti creando un tutt'uno tra le due sedi, dai trevigiani e dai turisti che si soffermano ad ammirare gli splendidi restauri della Fondazione Cassamarca.
In autunno la stessa fondazione provvederà ad alcuni interventi di manutenzione, rinnovando e sostituendo la verniciatura e migliorando la posizione dei quattro alambicchi che richiamano il vecchio ponte dipinto da Medoro Coghetto.

 
     
 

 
 

Chiudi


Via Tasso-Piazza Garibaldi Treviso - Tel. 0422 546161- Fax 0422 571837

Per informazioni: portellosile@libero.it