Mostre   Sezione   Comitato   Sede   Regolamento   Saggi  

News

 

 

Sezione

 

ANNI DI STORIA ALPINA A TREVISO

 
 

Nella primavera del 1920 una quarantina di alpini trevigiani, quasi tutti ufficiali, si attivarono perché anche nel capoluogo della Marca sorgesse una sezione dell'A.N.A. che si impegnasse a conservare, a valorizzare e a tramandare i valori e le gesta delle penne nere. Trascorse più di un anno prima che l'istituzione venisse ufficializzata e questo si verificò il 6 ottobre 1921 all'albergo cittadino "Stella d'Oro".
Uomini di primo piano della vita della cultura trevigiana assunsero le redini della sezione che però verso il 1927 risulta essere sciolta probabilmente per il clima politico di quegli anni.
Nel 1929 venne ricostituita ed iniziarono a formarsi alcuni gruppi nella provincia; dieci anni dopo, alla vigilia dello scoppio della seconda guerra mondiale, oltre mezzo migliaio erano i soci ed una decina i gruppi.
I tristi avvenimenti che seguirono ne bloccarono lo sviluppo che riprese con particolare slancio a partire dal 1946; le adesioni furono sempre più numerose tanto che dagli anni '50 ad oggi la sezione trevigiana è stata ed è una delle più numerose a livello regionale.
Nel 1955, per diffondere gli ideali ed i valori alpini e collegare i numerosi gruppi, venne fondato il periodico sezionale "Fameja Alpina".
Dopo il terremoto del Friuli del 1976, quando l'ideale di solidarietà assunse un ruolo determinante nella vita associativa delle penne nere italiane, questo era già presente tra quelle trevigiane e da qualche anno era stato concretizzato in numerose iniziative di aiuto non solo a favore dei soci ma della più vasta società. Nel tempo questo aspetto si è radicato in tutti i gruppi con iniziative di grande impegno come la ristrutturazione, nel 1989, di una casa a Fontanelle a favore dei tossicodipendenti e di un padiglione dell'ex ospedale psichiatrico di Oderzo. Nel 2000, dopo che è stato sottoscritto col Comune di Treviso un contratto di comodato d'uso gratuito sull'immobile sito in Via Tasso-Piazza Garibaldi in Treviso, la sezione ha provveduto a proprie spese al restauro, portando all'antico splendore lo stabile della vecchia dogana, con l'intento poi d'inserirlo nel nuovo tessuto culturale cittadino come centro museale che ospiterà, solo su invito, esposizioni monotematiche, raccolte, collezioni ed attività culturali. L'edificio è stato intitolato : AL PORTELLO SILE - Spazio Culturale degli Alpini.
Ma gli alpini trevigiani, guidati dai loro presidenti, oltre ad essere attivi in questo campo, sono stati protagonisti anche in altri settori come nell'organizzazione dell'adunata nazionale del 1967 nel ricordo della Grande Guerra e di quella del 1994 che resterà nel ricordo di molti trevigiani come uno degli eventi più coinvolgenti degli ultimi anni che abbia vissuto la città e la provincia.

 
 


Via Tasso-Piazza Garibaldi Treviso - Tel. 0422 546161- Fax 0422 571837

Per informazioni: portellosile@libero.it